Arte

fileccia

Alessia Bosa

Contatti: www.alessiabosa.com


Alessia Bosa vive e lavora a Pove del Grappa. È maestra d’arte e decoratrice del vetro da più di vent’anni. Propone laboratori artistici e accetta ogni sfida che stuzzica la sua fantasia! La sua creatività è versatile e le permette di dipingere indifferentemente una tela, il vetro, l’intonaco di una parete, la ceramica, la stoffa di arredi. In questo momento predilige un supporto molto particolare... il corpo umano! Truccabimbi disponibile per feste e compleanni, si diletta nell’arte del body painting in occasione di eventi pubblici ma si emoziona soprattutto di fronte ai pancioni delle mamme in dolce attesa! Si chiama Belly Painting, è l’arte di dipingere le mamme a pochi giorni dal dolce evento. Alessia Ama pensare il soggetto assieme ai futuri genitori che con questa pittura vogliono esprimere il loro stato d’animo e la loro storia di vita.



Teatro Gamma

Il “Teatro Gamma”


La compagnia “TEATRO GAMMA” nasce circa un decennio fa dalla volontà dell’istrionico autore/attore/regista/sceneggiatore Vittorio Mirasole. Tutto trae origine dalla sua forte passione per il tea-tro dell’assurdo, con tutte le sfumature grottesche e noir che esso convoglia in opere magistrali della letteratura classica ma anche in opere contemporanee più o meno note al grande pubblico che portano comunque ottimi spunti di ironia, ilarità ma soprattutto di riflessione. Inizialmente, ancora agli albori della sua carriera, s’impegna in ciò che più ama dello spettacolo, la recita zione. Successivamente, dando sfogo alla propria creatività, inizia un percorso da autore che lo porterà a pubblicare diverse opere. Soltanto negli ultimi anni ha coronato il suo più ambito sogno: mettere in scena un’ope-ra a tutto tondo, curando tutti i particolari, finanche la chiusura finale del sipario.
È così che, con l’aiuto di validi e volenterosi collaboratori la compagnia ha messo in scena “Il sogno di Aceste”, di e con Vittorio Mirasole. Vista la riuscita e l’ottimo risultato di pubblico e data la passione condivisa da dei, seppur dilettanti, nuovi collaboratori, il pigmalione della compagnia ha portato in scena “Finale di partita” di Samuel Beckett, adattamento, regia e con Vittorio Mirasole. Ora, forte della nuova esperienza acquisita e con l’apporto di nuovi volti, alcuni con un già notevole bagaglio di esperienza, si appresta a mettere in scena una nuova opera. È la volta di “Aspettando Godot”, ancora di Samuel Beckett, che la compagnia metterà in scena a giorni nel bassanese e nel vicentino. Permane con grande intensità in tutti i componenti della compagine, dal primo attore all’ultimo fattorino, la voglia di tenere viva una forma d’arte nobile ma ormai bistrattata qual è il teatro che ormai vive solo di passione dei singoli individui.



fileccia

Valerio Fileccia

Contatti: val.fil@libero.it


Nato nel maggio del 1988, Valerio scopre la passione per la pittura nell’autunno del 2016. Arrampicatore ed escursionista, il pittore si lascia ispirare dai posti che raggiunge con grande fatica, dipingendo paesaggi di montagna o di mare in stile figurativo. Non mancano quadri a soggetto singolo, dove il protagonista appare meditabondo e solo, come per esempio nel quadro del templare. Attualmente l’artista si dedica ai ritratti. L’arte del costruire e lavorare il legno accompagna da sempre Valerio, così alcuni suoi dipinti hanno una cornice fai da te, come nel quadro della “Casa dei deserti” che mostra uno scorcio di San Cipriano, frazio-ne di Roncade (TV) dove il pittore vive. La tecnica usata dall’artista è olio su tela e tavola ma le pennellate e l’uso della spatola sembrano suggerire una mano forse un po’ pesante, forte e decisa così nelle sfumature come nelle arrampicate, lasciando intravedere la vera natura dell’autore.


Musica


cecchin

Paolo Cecchin:
cantautore rock italiano rivelazione per il MEI

(Meeting delle Etichette Indipendenti)

www.paolocecchin-officialsite.it

www.facebook.com/paolocecchinofficial

www.instagram.com/pacepaolocecchin

www.youtube.com/PaoloCecchin


Paolo Cecchin è un cantautore, chitarrista nato a Bassano del Grappa il 23 luglio 1983. Autore musicalmente molto versatile: spazia dal cantautorato italiano al rock/indie di matrice americana, dal pop dei Beatles, alle sonorità più elettroniche e moderne. Si definisce un “figlio illegittimo degli anni ottanta che ama il rock, la libertà e la verità profonda dell’essere umano”. Nel 2010, prodotto da Stefano Florio e Matteo Franzan, la sua prima produzione “Nel mio mondo”, il suo album d’esordio, accolto calorosamente da pubblico e critica, raggiunge le prime 20 posizioni nella classifica del MEI. Del 2012 il secondo album “Quanto valgo?” seguito da un tour di concerti in tutta Italia. Due modalità live: il trio (con basso e batteria) dove sprigiona energia rock destreggiandosi tra sue canzoni, covers di brani italiani e internazionali riarrangiati; uno spettacolo “one man band” con loop station, chitarra acustica e voce dove crea invece un’atmosfera più intima ed emozionale. Attualmente sta lavorando al suo terzo disco di studio, in uscita fra qualche mese ed è in tour come bassista con il cantautore Folk/popolare Luca Bassanese. Amo l’essere umano e amo essere umano. Mi piace descriverlo (e descrivermi) in tutte le sfumature e contraddizioni. Tutto, si va dallo slancio d’amore all’odio, dalla libertà alla prigionia e all’indifferenza, dalla verità alla bugie, dal sacro al profano. Questo è l’uomo e questa é la mia musica. Paolo Cecchin Album Nel mio mondo (2010) Disponibile su I-Tunes, Spotify, Apple Music Quanto valgo? (2012) Disponibile su I-Tunes, Spotify, Apple Music Contatti www.paolocecchin-officialsite.it www.facebook.com/paolocecchinofficial www.instagram.com/pacepaolocecchin www.youtube.com/PaoloCecchin Prossime date Ven 04 Maggio “La Villana”, Grantorto (PD) Paolo Cecchin live Ven 11 Maggio @ Caffè Nazionale, Recoaro Terme (VI) Paolo Cecchin + One Man Pier Sab 19 Maggio Cinema teatro Aurora, Marghera (Mestre) Luca Bassanese e la Piccola orchestra popolare



Associazioni

Vespa club

Vespa Club Rosà
Banditi in... Vespa

www.facebook.com/vespa.banditi

www.instagram.com/vanditinvespa


Il Vespa Club banditi in vespa è nato nel 2009 grazie un gruppo di amici che decisero di fare un gruppo ufficiale. Nel 2010 ci siamo affiliati al Vespa Club d’Italia cominciando a girare e partecipare a vari raduni nazionali. L’attuale presidente è Cristiano Tessarolo e nel 2017 abbiamo raggiunto gli 80 iscritti. Quota peraltro già raggiunta in questa stagione e che puntiamo a superare. Nel 2012 abbiamo organizzato la Brentana in Vespa e nel 2017 il I° Tour Nazionale sul Monte Grappa. Lo scopo principale della nostra associazione è quello di trovarsi, girare in Vespa e divertirsi. Per la stagione 2018 abbiamo in programma diverse uscite sociali come il giro del lago di Como a giugno e la trasferta di Roma in agosto.

CONTATTI
Presidente: Cristiano Tessarolo t. 347.7943959
Vice-Presidente: Riccardo Tessarolo t. 334.3691424
Segretario: Luigino Bordignon t. 347.1449354


Libri da leggere...

libri

La Caldaia delle Streghe

di Saverio Mirijello | Editrice: AttilioFraccaro

Recensione: www.labassanese.com


Un libro che si distingue per contenuti e originalità. Si tratta del nuovo romanzo del vicentino Saverio Mirijello che, dopo “Quello che saremmo stati”, torna in libreria con un’altra storia ambientata durante la prima guerra mondiale e pubblicata dallo stesso editore. “La Caldaia delle Streghe” è una storia di azione che ha per sfondo il conflitto sul massiccio del Pasubio nel 1916, dove i due eserciti contrapposti non riescono ad avere la meglio sull’avversario.



libri

In America.
Cronache da un mondo in rivolta.

di Tiziano Terzani | Editrice: Longanesi

Recensione: www.labassanese.com


Nel 1966, Tiziano Terzani ha 27 anni e un lavoro per l’Olivetti che gli permette di girare il mondo e di scrivere i suoi primi articoli collaborando con l’Astrolabio, settimanale della sinistra indipendente diretto da Ferruccio Parri ed Ernesto Rossi. Ma è inquieto come sarebbe stato per tutta la sua vita: il suo principale obiettivo è imparare il cinese per potere andare a vivere in Cina. E nel 1967, dopo aver vinto una borsa di studio s’`imbarca a Genova con la moglie, per andare in America...



libri

L’ultima notte di Antonio Canova

di Gabriele Dadati | Editrice: Baldini Castoldi

Recensione: www.labassanese.com


Napoleone Bonaparte (1769-1821) e Antonio Canova (1757-1822) sono stati i protagonisti assoluti, nei rispettivi ambiti, di almeno due decenni tra Sette e Ottocento: il primo è stato un condottiero della statura di Alessandro Magno e di Cesare, capace di costruire dal nulla un impero che non ha avuto in seguito eguali; le opere d`arte del secondo sono state contese dalle corti di tutta Europa, ma anche dagli Stati Uniti, dall’Oriente, dall’Africa, come in vita non è mai capitato fino a quel momento a nessun altro artista. Sono stati anche due uomini di grandiosa, abissale solitudine: entrambi orfani di padre fin da piccoli ed entrambi incapaci di esserlo (a Napoleone l’unico figlio legittimo è stato strappato quando aveva meno di 4 anni e non l’ha mai più rivisto; Canova - che pure avrebbe voluto - non è mai riuscito a generare). Rigogliosi e immensi nel loro presente, non hanno ottenuto ciò che più avrebbero desiderato: un seme capace di sopravvivere loro...



libri

La città d'oro

di Sabrina Janesch | Editrice: Neri Pozza

Recensione: www.labassanese.com


Perù, 1887. Tutto il paese parla di un uomo e della sua incredibile scoperta. Il tedesco Augusto Berns sostiene di aver trovato la città perduta degli Inca e la notizia è corsa velocemente da Lima a Londra e New York. Ma chi è quest’uomo, il presunto scopritore di El Dorado? Tutto inizia con un giovane ragazzo che setaccia l’oro nel Reno, perso nei propri sogni a occhi aperti. L’incontro, a Berlino, con il suo idolo, il famoso esploratore Alexander von Humboldt, lo porta a maturare una decisione epocale. Determinato a trovare la città d’oro, Berns intraprende un pericoloso viaggio in Perù, dove diventa un eroe involontario delle guerre di indipendenza. Nel 1872, dopo anni di lavoro sulla ferrovia peruviana per finanziare la sua spedizione, Berns è finalmente pronto e parte con il suo compagno, Harry S. Singer. Il loro pericoloso viaggio attraverso le Ande offre intermittenti spiragli di successo: trovano molte rovine, ma la leggendaria città perduta continua a sfuggirgli...



libri

La felicità del cactus

di Sarah Haywood | Editrice: Feltrinelli

Recensione: www.labassanese.com


A Susan Green non piacciono le sorprese. Né le emozioni. Né le persone. Quello che piace a Susan Green è essere autonoma, occuparsi della sua collezione di cactus, che stanno zitti e hanno poche pretese, e avere il controllo su tutto. Quando però la sua routine viene minacciata da una serie di eventi imprevisti, Susan dovrà imparare che nella vita nulla è pianificabile. E che non è mai troppo tardi per aprire il proprio cuore. Susan Green adora l`efficienza e la pianificazione. Con buona pace di famiglia e colleghi, che la trovano fredda e difficile da avvicinare. Ma la vita di Susan ha perfettamente senso… per Susan. Ha un appartamento a Londra tagliato su misura sulle sue esigenze, un lavoro che soddisfa la sua passione per la logi- ca e un accordo del tutto civile e congeniale che le garantisce adeguati stimoli culturali, e non solo, senza ricorrere a inutili sdolcinatezze...



libri

Ragazzo coraggioso

di William Saroyan | Editrice: Marcos y Marcos

Recensione: www.labassanese.com


C’è uno scrittore squattrinato, a San Francisco: scrive in una mansarda fredda la notte, poi esce nell’aria tiepida, con gli occhi bene aperti. Dà voce alla città, agli amanti e ai ribelli, detesta la violenza e la mediocrità. L’autore della Commedia umana ci prende per mano e ci regala storie d’incanti e immensità. Un pezzetto di banjo in otto ottavi, uno due tre quattro cinque sei sette otto, scandisce un amore nato nell’ufficio del telegrafo, nutre il sogno di una casa, nel calore del sole, la speranza di un’eternità che non sia soltanto fantasia. Harry era fatto per vendere: sapeva cavar soldi praticamente da tutto. Anche sul letto di morte cercava di appioppare agli amici assicurazioni sulla vita. Poi un bambino costretto a ridere per punizione, una vecchia piegata ad angolo retto, settantamila assiri, l’America, il concerto pomeridiano della banda, un pugno alla cabina telefonica, andare a Chinatown per avere una donna…



Sei un artista?

Mandaci la tua biografia e fatti conoscere!

Top